Cattolica Eraclea, Cammalleri: ”Impugnata legge sull’Aica, siamo preoccupati per scenario incerto”

“Nonostante i dubbi sulla costituzionalità della legge regionale che riguardava l’Aica, noi abbiamo votato per senso di responsabilità il punto in consiglio sul finanziamento della Regione ai Comuni ma adesso con la bocciatura del Mef si apre uno scenario veramente incerto per la provincia e per il nostro comune. Siamo seriamente preoccupati”. Lo scrive in una nota Paolo Enzo Cammalleri, consigliere comunale di opposizione di Cattolica Eraclea, commentando la notizia dell’impugnatura, da parte del Consiglio dei ministri, la legge della Regione siciliana n. 22 del 03/08/2021 ‘Disposizioni urgenti in materia di concessioni demaniali marittime, gestione del servizio idrico integrato nell’ambito territoriale ottimale di Agrigento e di personale di Sicilia Digitale S.p.A. Disposizioni varie’, in quanto talune disposizioni, eccedendo dalle competenze attribuite alla Regione siciliana dallo Statuto di autonomia, violano gli articoli 81, terzo comma, e 117, secondo comma, lettere e) e l), della Costituzione; la legge della Regione Puglia n. 31 del 06/08/2021 ‘Implementazione del Test prenatale non invasivo (NIPT)’, in quanto talune disposizioni si pongono in contrasto con la normativa statale in materia di coordinamento della finanza pubblica e livelli essenziali di assistenza, violando l’articolo 117, comma 2, lettera m), e comma 3 della Costituzione”.