Maltempo: in Sicilia frane, allagamenti e polemiche

Violenti nubifragi si sono abbattuti dal pomeriggio di oggi sulla Sicilia, soprattutto nella zona centrale dell’isola, provocando nuovamente inondazioni e allagamenti dopo l’ondata di maltempo dei giorni scorsi. Decine gli interventi che hanno visto impegnati i vigili del fuoco e i volontari della protezione civile. In particolare nella provincia di Enna, tra Barrafranca, Pietraperzia ed Aidone, vengono segnalati disagi nella circolazione e numerosi allagamenti. Diverse strade interrotte a causa dell’acqua anche nel palermitano: tra Scillato e Gangi, dove il torrente Raino’ e’ esondato, alcuni abitanti sono rimasti isolati. Resta ancora sospeso anche il traffico ferroviario sulla linea Palermo-Agrigento, tra Alia e Roccapalumba, a causa del fiume di fango e detriti. Il maltempo in Sicilia diventa anche tema di un botta e risposta politico.

Dopo la “solidarieta’ alla popolazione siciliana” espressa dal leader della Lega Matteo Salvini, che ha pubblicato un filmato dei nubifragi di queste ore in Sicilia, e’ arrivata la risposta del sindaco di Lercara Friddi (Pa), Luciano Marino. “La solidarieta’ del senatore Salvini – attacca Marino – mi e’ sembrata inopportuna e di cattivo gusto. Con la mia amministrazione e con la collaborazione di alcuni imprenditori locali abbiamo ripulito l’alveo del fiume Morello, ma a distanza di 3 anni nulla e’ stato fatto da chi di competenza ne’ allora ne’ successivamente, oggi ci ritroviamo nella stessa situazione e preferiremmo che alle belle parole di solidarieta’ seguissero i fatti”. Intanto la Protezione civile regionale ha diffuso un bollettino che prevede un peggioramento del tempo con un allerta meteo che da giallo passa ad arancione. (ANSA)