Green pass, Di Segni: ”Dittatura sanitaria? Paragone improprio”

“La gran parte della comunita’ ebraica e’ schierata con le autorita’ sanitarie di cui condivide le politiche che sono dettate da impostazioni scientifiche. Ogni paragone che possa essere fatto con altre situazioni e’ decisamente improprio”. Lo ha detto il rabbino capo della Comunita’ ebraica di Roma Riccardo Di Segni in relazione ai parallelismi fra restrizioni anti Covid e regimi dittatoriali evocati dai movimenti “No Green pass”. Di Segni era presente ad Agrigento per ritirare il premio Telamone. (AGI)