Sentenza Consulta su ex Province, Di Mauro: “Ars si riunisca e ripristini l’elezione diretta dando la parola ai cittadini”

La Corte Costituzionale ha stabilito con la sentenza n.240 depositata oggi in merito alla riforma degli enti di area vasta (ex Province) varata nel 2014 con la legge Delrio e sulle corrispondenti norme della Regione Siciliana, che l’attuale disciplina sui sindaci delle Città Metropolitane “è in contrasto con il principio di uguaglianza del voto e pregiudica la responsabilità politica del vertice dell’ente nei confronti degli elettori. “Tale sentenza – afferma l’on.Roberto Di Mauro vicepresidente dall’Assemblea Regionale Siciliana – sancisce di fatto l’inapplicabilità della legge Delrio varata nel 2014. Occorre – continua Di Mauro – un riassetto normativo, pertanto auspico che quanto prima l’Ars recepisca questa sentenza e si riunisca al più presto per approvare una norma che ristabilisca l’elezione diretta dei presidenti delle Città Metropolitane e dei Liberi Consorzi dando così la possibilità ai cittadini di poter scegliere i loro rappresentanti territoriali”. Nello specifico, infatti, si evidenzia nella sentenza che “spetta proprio al Legislatore introdurre norme che assicurino ai cittadini la possibilità di eleggere in via diretta o indiretta i sindaci delle Città Metropolitane”.