Cattolica Eraclea, presidente Cif don Minzoni controreplica a dirigente Servizi sociali su iniziativa vestiti gratis

Riceviamo e pubblichiamo comunicato della presidente del Cif don Minzoni di Cattolica Eraclea Maria Sciarrabba: “In  considerazione  della  serietà  e  professionalità  che  ha  contraddistinto  da  anni  la  presidenza  della associazione CIF don Minzoni e in particolare la sua rappresentate Sig.ra Sciarrabba Maria è inaccettabile che un funzionario della pubblica amministrazione faccia delle illazioni di tal portata, parlando di “falso”, “tendenzioso”  ed  addirittura  di  volere  “strumentalizzare”  la  situazione,  a  che  pro,  non  si  capisce  poi.  La dott.ssa Sciortino non può negare che ci sia stata una conversazione telefonica con me, che ha fatto seguito alla Pec, come possono dimostrare i tabulati telefonici. Mossa dal desiderio di un confronto diretto con il Dott. Borsellino, ho avuto la conferma che la dott.ssa Sciortino, ha comunicato al primo cittadino la  nostra iniziativa, ma travisando le nostre intenzioni, parlando di patrocini, loghi e altro, che esulavano dal reale contenuto della pec. La dott.ssa Sciortino farebbe  bene a limitarsi a girare le pec e non ad aggiungere del proprio  e  a  rispondere  in  maniera  formale.

L’unico  errore  che  mi  rammarico  di  avere  commesso  è  che dovevo avvisare direttamente il Sindaco, che fino ad esso è stato sempre disponibile, e poi dare seguito alla pec, l’azione intermediaria dell’Assistente sociale è stata controproducente e ha sortito solo malintesi, che hanno  coinvolto  il  sindaco   impropriamente.  L’invito  lo  faccio  io  alla  dott.ssa  Sciortino,  di  ammettere  di avermi  chiamato  per  comunicarmi  il  diniego,  non  per la  realizzazione  del  contenuto  reale  della  richiesta (inoltrata via pec), ma di contenuti che, da lei stessa travisati, sono stati riferiti erroneamente al Sindaco, il quale  giustamente  ha  risposto  come  giuridicamente  corretto.  Dopo  un  confronto  diretto  con  il  Sindaco, confermo  la  stima  per  il  dott.  Borsellino,  poichè  anche  in  questa  situazione  di  malinteso,  ha  mantenuto l’equilibrio che lo contraddistingue ed ha rinnovato l’immutata volontà a collaborare con l’Associazione, per attivare  azioni  benefiche  per  il  paese.  La  dott.ssa Sciortino,  dovrebbe  avere  l’umiltà  di  dichiarare  che purtroppo ha creato un malinteso e non fare illazioni prive di fondamento, perché chi parla può dimostrare con i tabulati telefonici ciò che ha affermato, mentre chi replica usa solo parole diffamanti e sterili”.