Cattolica Eraclea, progressione economica orizzontale: interrogazione di Cammalleri e Giuffrida

Interrogazione urgente a risposta scritta urgente dei consiglieri comunali di minoranza Paolo Enzo Cammalleri e Giuseppe Giuffrida in riferimento alla “progressione economica orizzontale”.

“Premesso: Che con verbale di deliberazione di G.M. n.91 del 22/11/2021, avente per oggetto “contrattazione decentrata 2021 autorizzazione alla sottoscrizione”, è stata approvata la relativa proposta munita del parere favorevole di regolarità tecnica e contabile del Responsabile del servizio; Che la proposta di deliberazione suddetta propone, per quanto di interesse e in buona sostanza, la presa d’atto del verbale n.1 del 27/09/2021 di contrattazione decentrata; Che in esito al richiamo alla D.D. n. 44/2018 del 11/05/2021 e alla particolare attenzione prestata alle somme destinate alle progressioni economiche, oggetto di contrattazione decentrata per l’anno 2021, molti dipendenti sono stati esclusi dal numero dei destinatari della PEO, seppure previste nella categoria professionale di appartenenza; Che non appare, prima facie, rispettato il generale criterio di ragionevolezza della scelta, alla luce, in primo luogo, delle clausole generale di correttezza e buona fede, che costituiscono il principale canone interpretativo in materia, e che la violazione degli obblighi anzidetti e fonte di responsabilità; Che nella deliberazione che richiama il verbale di contrattazione decentrata, non risultano sufficientemente predeterminati i criteri della procedura necessariamente selettiva volta all’attribuzione  economiche orizzontali, che in alcun modo può condurre ad una violazione del piano disposto normativo di cui all’art. 23 cit. secondo comma, laddove stabilisce che il criterio cardine dell’attribuzione è in ogni caso rappresentato da quello meritocratico (sviluppo delle competenze professionali ed ai risultati individuali e collettivi rilevati dal sistema di valutazione); Che nel caso in esame, non è specificato il criterio cui viene data assoluta prevalenza ai fini del riconoscimento della PEO ne il peso che viene attribuito ai criteri di valutazione emergenti dal CCNL; Che dall’analisi del verbale n.1 del 27/09/2021, non si rileva alcuna puntuale indicazione in ordine punteggi da attribuire e dei criteri di valutazione normativamente previsti ne il peso attribuito alle singoli voci di valutazione (art.23 Dlgs 150/2009).

Tutto ciò premesso si interroga il sindaco per sapere: Se intende procedere alla revoca in autotutela della deliberazione di G.M. n.91 del 22/11/2021 ed ogni atto presupposto, connesso e conseguente che ha escluso molti dipendenti dalla procedura di attribuzione della progressione economica orizzontale; Se intende rideterminare l’iter selettivo per l’individuazione dei dipendenti a t.i. secondo criteri meritocratici di valutazione. In mancanza di una revoca immediata della deliberazione sarò costretto, mio malgrado a chiedere l’intervento del Signor Prefetto e del servizio ispettivo dell’Assessorato Regionale Funzione Pubblica”.