Bimba morta in incendio, prefetto: ”Tragedia in contesto difficile”

“La provincia vive un momento veramente difficile. Prima Ravanusa, adesso Palma di Montechiaro. Sono episodi diversi certo, ma anche in questo caso c’e’ stata una vittima innocente ed indifesa. Quanto e’ accaduto ieri sera, nel cuore di Palma di Montechiaro, da’ l’idea della situazione e del contesto difficile in cui si e’ consumata la tragedia”. Lo ha detto il prefetto di Agrigento, Maria Rita Cocciufa, lungo via San Giuseppe dove si e’ recata accompagnata dal questore Rosa Maria Iraci e del comandante provinciale dei carabinieri, colonnello Vittorio Stingo

Le autorita’ hanno portato, concretamente, vicinanza e solidarieta’ a Palma di Montechiaro e si sono recati lungo la scalinata dove sorge l’abitazione in cui ha perso la vita, rimanendo carbonizzata nel letto dove dormiva, Ginevra Manganello. “Si tratta di un evento accidentale – ha aggiunto il prefetto Cocciufa – ma c’e’, adesso, una famiglia intera senza casa e con un dolore insopportabile. Il sindaco Stefano Castellino e il dirigente dei Servizi sociali del Comune hanno manifestato la disponibilita’ del Municipio di continuare a seguire e ad aiutare queste persone che gia’ erano attenzionate e, laddove possibile, aiutate”. (ANSA)