Il “Tango dell’anima” di Daniela Spalanca in scena al Museo Griffo di Agrigento

Domenica  2 gennaio, alle ore 17,00 nella Sala Zeus del Museo Archeologico “Pietro Griffo” di Agrigento e nell’ambito del cartellone Destinazione Agrigento – Natale 2021, patrocinato dalla Regione Sicilia, dal Comune di Agrigento, dal Distretto Turistico Valle dei Templi e dal Parco Valle dei Templi, andrà in scena una trasposizione teatrale multidisciplinare (teatro, canto e videoproiezioni) tratta da “Tango dell’anima”, una pubblicazione letteraria della giornalista agrigentina Daniela Spalanca (Edizione Medinova 2017).

In scena Salvatore Di Salvo, Irene Giannone, Zaira Picone, Giusi Urso e Salvo Preti, artisti della Associazione Culturale TeatrAnima di Agrigento, associazione che ha portato in scena, dal 2015 ad oggi, numerosi spettacoli teatrali, tutti con notevole successo di critica e pubblico, e che per l’impegno artistico è stata insignita del Premio Alessio Di Giovanni nel 2019. La regia della messinscena è di Salvatore Di Salvo, direttore artistico dell’associazione e cantante, che firma anche le scelte musicali, gli adattamenti video, le scene ed i costumi, nonché  l’adattamento teatrale del testo de “Tango dell’anima” di Daniela Spalanca.

Le parole scritte dall’autrice (che sarà ospite della serata insieme all’editore Antonio Liotta), suggerisce il regista – scorreranno lievi, fluide ed intense, scena dopo scena, regalando allo spettatore un mosaico di colori ed emozioni. Le riflessioni tracceranno sentieri inesplorati dell’anima, toccando corde sentimentali ad alta tensione. E come scrive la stessa autrice, saranno “pensieri sparsi, intimi, personali, sinceri, veri, qualcosa di universalmente valido a patto però che si condivida il mio stesso “sentire” mosso dall’amore, dal dolore, dalla malinconia, dall’inquietudine di questo vivere che a volte stanca pur restando, prodigiosamente, la cosa più affascinante e appassionante del mondo”. L’ingresso è gratuito, nel rispetto delle norme in vigore Covid-19 e fino ad esaurimento dei posti in sala.