Ribera, indagati per droga chiedono i soldi sequestrati

L’avvocato Giovanni Forte ha discusso ieri al Tribunale del Riesame chiedendo il dissequestro di circa 5 mila
euro sottoposti requisiti in via preventiva dai carabinieri di Ribera durante l’intervento nella casa di Leonardo Di Giorgi, 53 anni, e di Maria Ionela Luca, di 32, romena, dove i militari dell’Arma avrebbero recuperato 55 grammi di cocaina e 7 mila euro in contanti. Oltre 2 mila euro – secondo quanto riporta il Giornae di Sicilia – erano già stati dissequestrati dal gip del Tribunale di Sciacca, ma la difesa di Di Giorgi sostiene la provenienza lecita di tutta la somma di denaro e ne chiede il dissequestro totale. I due indagati dinanzi al gip Alberto Davico, nell’udienza di convalida, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere, ma la donna si sarebbe assunta la responsabilità dello stupefacente. I loro difensori, gli avvocati Giovanni Forte per il riberese e Giuseppe Tramuta per la romena, hanno avanzato ricorso al Tribunale della Libertà. Per Maria Ionela Luca disposto l’obbligo di dimora a Ribera. La coppia è indagata per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente in concorso.