Scala dei Turchi, Archeoclub: pronti a costituirci parte civile

“Archeoclub d’Italia chiedera’ al proprio pool di legali della propria commissione affari giuridici la possibilita’ di promuovere la costituzione di parte civile nei confronti dei responsabili di questo atto vandalico ai danni della Scala dei Turchi e dunque del patrimonio ambientale italiano che speriamo siano presto individuati dall’autorita’ giudiziaria”. Lo annuncia Rosario Santanastasio, presidente nazionale della associazione, aggiungendo che chiedera’ anche il risarcimento dei danni e che il ricavato venga reinvestito in interventi a favore del sito, in coordinamento con le autorita’ competenti. “In ogni caso – prosegue la nota – Archeoclub d’Italia, in tutte le sue articolazioni resta a disposizione con tutti i propri volontari a collaborare con le istituzione preposte per ogni intervento che si dovesse ritenere utile” Per Angela Roberto, Presidente di Archeoclub d’Italia sede di Agrigento, quanto accaduto alla Scala dei Turchi di Realmonte, “determina danni gravissimi al sito, essendo la marna delicata, ed all’immagine dei nostri luoghi. Determina anche danni ed una grave offesa all’attivita’ di Archeoclub e delle altre associazioni che da anni si battono con tenacia e con impegno quotidiano per la conservazione, la tutela e la valorizzazione del nostro patrimonio culturale ed ambientale. Sarebbe necessario – conclude – che la Scala dei Turchi diventi quanto prima Riserva Naturale dello Stato, comunque Area Protetta”. (ANSA)