Corruzione, chiesta riduzione condanna per Montante

Il procuratore generale di Catania, Giuseppe Lombardo, ha chiesto la condanna a 11 anni e 4 mesi di reclusione per l’ex leader di Confindustria Sicilia Antonello Montante al quale in primo grado erano stati inflitti 14 anni di reclusione. Si e’ conclusa cosi’, nell’aula bunker del carcere Malaspina di Caltanissetta, la requisitoria del processo d’appello in abbreviato sul cosiddetto “Sistema Montante”, in cui e’ imputato l’ex leader di Confindustria in Sicilia accusato di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione. Montante e’ imputato insieme a colonnello Gianfranco Ardizzone, ex comandante provinciale della Guardia di Finanza di Caltanissetta condannato in primo grado a 3 anni, al sostituto commissario Marco De Angelis (4 anni), il capo della security di Confindustria Diego Di Simone (6 anni), al questore Andrea Grassi condannato (1 anno e 4 mesi). Sono accusati, a vario titolo, di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione, favoreggiamento, rivelazione di segreto d’ufficio e accesso abusivo al sistema informatico. Per gli altri quattro imputati l’accusa ha chiesto la conferma delle condanne. (ANSA)