Scuola, in Sicilia riparte in presenza in tutti Comuni gialli

La riunione dei sindaci siciliani ha deciso oggi di prevedere che non si ripropongano, in zona gialla, le ordinanze di chiusura degli istituti scolastici. Nelle aree arancioni, “si valutera’ sulla base di molteplici fattori”. A renderlo noto il sindaco di Catania, Salvo Pogliese. Hanno prorogato, a esempio, le chiusure Comuni in zona arancione come Agrigento, fino al 24 gennaio, e Trapani, fino al 26, con attivazione della Dad. A Catania come a Palermo, quindi, lunedi’ si rientrera’ in classe in presenza. “L’invito a tutti, genitori, studenti, docenti e operatori scolastici – afferma Pogliese – e’ di utilizzare al meglio questo ritorno in presenza, senza dimenticare le misure per la prevenzione e il contenimento del Covid, provando a far diventare stabile e duratura questa riapertura. Noi, insieme al commissario per l’emergenza Liberti e alle autorita’ sanitarie, continueremo a monitorare la situazione e a modulare le decisioni su fatti concreti e dati attendibili. L’unico obiettivo rimane quello della tutela della salute, prioritaria su tutto, e di un diritto allo studio che non puo’ passare da una didattica a distanza come modalita’ ordinaria”. (AGI)