Pensioni, Proietti (Uil): garantire ai giovani assegni futuri adeguati

“Il futuro previdenziale dei giovani e’ al primo posto delle richieste della Uil. Abbiamo presentato al tavolo tecnico le nostre proposte per la strutturazione di un meccanismo che garantisca future Pensioni adeguate”. Lo ha detto il segretario confederale della Uil, Domenico Proietti, ieri al termine del primo tavolo tecnico al ministero del Lavoro sulle Pensioni di giovani e donne. “Proposte concrete – ha aggiunto  – che sostengano il futuro pensionistico di lavoratori e lavoratrici valorizzando la loro anzianita’ contributiva, i periodi impegnati nel lavoro di cura della famiglia e di familiari con disabilita’, i periodi di formazione e di studio, i periodi di disoccupazione involontaria non coperti da altri strumenti che devono essere coperti da un versamento figurativo”.

Un meccanismo, quindi, “che integri il reddito pensionistico, ma che sappia valorizzare la permanenza nel mercato del lavoro. Proponiamo, poi, una revisione dell’accesso alla pensione con un superamento dei paletti reddituali oggi previsti. Abbiamo chiesto una revisione dell’adeguamento all’aspettativa di vita con il superamento dell’automatismo dell’innalzamento e una revisione dei coefficienti di trasformazione”, ha sottolineato Proietti. Inoltre, ha aggiunto, “bisogna valorizzare il ruolo della maternita’ riconoscendo un anno di anticipo per l’accesso alla pensione e serve riconoscere l’importante ruolo del lavoro di cura. Parallelamente, crediamo sia necessario agire per tutelare i lavori atipici e le partite Iva mono committenti o economicamente dipendenti”. L’obiettivo, per la Uil, e’ “arrivare alla fine di questo confronto alla definizione di un memorandum che preveda interventi strutturali alla legge Fornero da recepire nel prossimo Def”.