Verga giovane giornalista, tornano alla luce le prime prove

Alcune prove giornalistiche del giovane Giovanni Verga, per lo più note politiche e critiche teatrali, erano considerate perdute. Se ne aveva conoscenza solo per cenni presenti nella corrispondenza privata e nel rapporto con l’amico Nicolò Niceforo. Seguendo proprio quelle tracce, lo studioso Massimo Bonura ha recuperato la parte meno nota del Verga giornalista. È edito da Palermo University Press, per la collana “Frammenti”, il volume “Verga e i mass media: il giornalismo politico-teatrale e il cinema“, scritto da Bonura, già laureato dell’Università degli Studi di Palermo, cultore della materia ‘Teoria e Tecniche dei Nuovi Media al Dipartimento Culture e Società dell’Ateneo del capoluogo siciliano e dottorando di ricerca in ‘Medium e medialità’ presso l’Università Telematica eCampus.

Il testo analizza il rapporto che intercorre tra lo scrittore verista Giovanni Verga e i mass media, alla luce dei recenti reperimenti di Bonura circa i primi articoli attribuibili al Verga giornalista. Il libro presenta la prefazione a cura di Licia Adalgisa Callari, docente di Letteratura teatrale italiana all’Università di Palermo, la postfazione di Alessio Arena, poeta e studioso di teatro e cinema, e uno scritto introduttivo di Giuseppe Carlo Marino, storico contemporaneista e già professore ordinario dell’Università di Palermo. (Adnkronos)