Quirinale: dialogo tra centrodestra e centrosinistra, cresce spinta per Mattarella bis

Proseguono le trattative tra i leader politici in vista dell’elezione del prossimo presidente della Repubblica. E comincia a decollare il dialogo tra le coalizioni per raggiungere un’intesa condivisa. Da segnalare, ancora una volta, un Matteo Salvini particolarmente attivo, come dimostrano i colloqui avuti nel pomeriggio con il numero uno pentastellato, Giuseppe Conte, con il segretario del Partito democratico, Enrico Letta, con il coordinatore nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani, e con la senatrice sempre di FI, nonche’ plenipotenziaria di Silvio Berlusconi, Licia Ronzulli.

Il fronte progressista, costituito da M5s, Pd, Leu avrebbe proposto al centrodestra un elenco di nomi tra cui quelli di Sergio Mattarella, Mario Draghi e Pier Ferdinando Casini, anche se l’impressione e’ quella di una spinta crescente per la rielezione dell’attuale inquilino del Quirinale. I negoziati andranno avanti nelle prossime ore, in vista del settimo scrutinio in programma domani mattina, alle 9:30, nell’Aula di Montecitorio. “Al lavoro per dare una risposta positiva al Paese, di alto livello e al di fuori dei partiti, superando veti e perdite di tempo”, e’ quanto fanno trapelare fonti del Carroccio. “Non per colpa nostra sono passati i primi quattro-cinque giorni in giri a vuoto che ci obbligano adesso a cominciare. Faremo di tutto per trovare una soluzione rapidamente, ma anche una buona soluzione”, le parole pronunciate da Letta a Skytg24. (Nova)