Energie, Porto Empedocle tra le candidate per nave rigassificatrice

Ravenna a livello nazionale è “uno dei soggetti più qualificati a ospitare” la nave-rigassificatrice. Per la sua “posizione strategica, l’efficiente infrastruttura logistica, le condotte già presenti e soprattutto per l’esperienza delle sue aziende”. Così l’assessore allo Sviluppo economico del capoluogo romagnolo, Annagiulia Randi, risponde questo pomeriggio in consiglio comunale a un question time in merito della lista De Pascale sindaco. Il “gigantesco” problema energetico che si sta vivendo, argomenta, rende doveroso ragionare sulla capacità di rigassificazione dell’Italia. Al momento sono due i rigassificatori, offshore a Rovigo e inshore a La Spezia. Il governo sta vagliando l’ipotesi di nave a 12 miglia dalla costa, che rappresentano “una realizzazione più semplice e veloce, e meno costosa”. Sono quattro i porti ipotizzati: oltre Ravenna, Taranto, Porto Empedocle in provincia di Agrigento e Piombino. Con Ravenna appunto “uno dei soggetti più qualificati”. (Dire)