Ribera, lutto cittadino per l’ultimo saluto a Vincenzo Spagnuolo

“Il giorno del funerale di Vincenzo Spagnuolo sarà proclamato il lutto cittadino”. Lo ha fatto sapere il sindaco di Ribera, Matteo Ruvolo, ricordando il concittadino morto ieri in un incidente stradale come “un ragazzo straordinario, molto vitale, brillante, dinamico, che amava la propria terra, che si occupava di turismo e ci teneva a far trovare pulite e accoglienti le nostre località turistiche”. Vincenzo Spagnuolo, 42anni, operatore turistico di Ribera, rimasto vittima in un incidente stradale sulla Ss 115 vicino al bivio per Borgo Bonsignore, era molto conosciuto nell’hinterland per le diverse iniziative promosse con l’associazione Discovery Sicilia.

Quando gli operatori del 118 lo hanno trasportato all’ospedale “Giovanni Paolo II” di Sciacca, il motociclista, gravemente ferito, respirava ancora. Ma il suo cuore ha smesso di battere poche ore dopo: le sue condizioni erano apparse subito disperate e, a quanto pare, gli era stata anche amputata una gamba. A scontrarsi, per cause ancora in corso di accertamento, una moto Honda Transalp, a bordo della quale viaggiava quarantaduenne riberese, e un’auto Citroen sulla quale viaggiava una donna rimasta illesa. Ancora non è chiara la dinamica esatta dell’incidente. Questa mattina agenti della polizia stradale sono tornati sul posto per effettuare nuovi rilievi.

Il sindaco Matteo Ruvolo, con la giunta comunale, il presidente del consiglio comunale Vincenzo Costa e tutti i consiglieri esprimono profondo cordoglio per la scomparsa di Vincenzo Spagnuolo. “Nessuna morte è accettabile, la nostra comunità piange ancora una volta per la perdita di un giovane a causa di incidente stradale. Vincenzo aveva deciso di dedicare la sua vita –attraverso il proprio lavoro – alla valorizzazione del nostro territorio ed al servizio della comunità. Per la giornata in cui si svolgeranno le esequie è stato proclamato il lutto cittadino. Invito tutti gli esercenti, bar, pub, lidi, ristoranti, pizzerie, esercizi commerciali a non effettuare, fino alle esequie, in segno di lutto, spettacoli di intrattenimento di qualsiasi natura. A nome dell’intera amministrazione e della comunità riberese le più sentite condoglianze alla famiglia”.