Sicilia, ok a Finanziaria di mezzanotte. Pd-M5s: brutto congedo

Poco prima della mezzanotte l’Assemblea regionale siciliana ha approvato la Legge di stabilita’: 20 voti a favore e 10 contrari con la determinante presenza dei deputati dell’opposizione. Il M5s parla di “brutto congedo di un governo pessimo. L’ultima finanziaria di questo disastroso governo e’ andata in porto solo grazie al lavoro delle opposizioni, che, dopo che le commissioni sono state esautorate, hanno parlamentarizzato i lavori, riuscendo ad incidere notevolmente e portando a casa buoni risultati per i siciliani. Le inefficienze del governo e di un Musumeci colpevolmente assente, comunque, non hanno permesso di dare tutte le risposte che aspettavano i cittadini”. Una delle “poche note liete e’ che questa finanziaria e’ l’ultima a cui mette mano Musumeci”. afferma il capogruppo del M5s all’Ars, Nuccio Di Paola. Il Pd ha votato contro “una finanziaria inutile di un governo inutile”, dice Giuseppe Lupo capogruppo del Pd all’Ars a proposito della manovra finanziaria. “Ci siamo battuti – aggiunge – per difendere i diritti dei piu’ deboli, dei disabili, per difendere le attivita’ ed i bilanci dei Comuni ed il futuro e lo sviluppo delle imprese e del lavoro. Il presidente Musumeci ha disertato i lavori d’Aula, se non per qualche ora. Un ulteriore atto di disprezzo nei confronti del Parlamento, ma forse e’ stato meglio cosi’. Se fosse stato presente – conclude Lupo – sarebbe stato anche peggio”. (AGI)