Elezioni, Boldrini sul caso Pisano: ”Fuori dal Parlamento chi inneggia Hitler”

“Ma in quale Paese democratico una persona che dice ‘Hitler, un grande statista’ viene candidata alle elezioni? Non basta chiedere scusa per cancellare frasi inneggianti all’uomo delle leggi razziali, dei campi di concentramento, della Shoah che ha provocato la morte di milioni di persone. Una vergogna assoluta prima averlo inserito nelle liste elettorali e poi, invece di espellerlo, averlo soltanto sospeso. Una persona del genere non può sedere in Parlamento. Questo è Fratelli d’Italia, nostalgia delle dittature. Il 25 settembre vota Pd per un’Italia democratica e progressista”. Lo scrive sui social Laura Boldrini, deputata del Pd e candidata del Partito Democratico alla Camera nel collegio plurinominale Toscana2, riferendosi al caso di Calogero Pisano, coordinatore di Fratelli d’Italia ad Agrigento, anche lui candidato, che è stato sospeso “con effetto immediato” da tutti gli incarichi di partito per aver inneggiato sui social a favore di Hitler (“Hitler è un grande statista”. “Io sto con Putin”). (ANSA)