Sicilia, arrestata candidata di FdI alle Regionali: è accusata di corruzione

Arresti domiciliari per Barbara Mirabella, candidata alle Regionali, per un posto da deputata all’Ars, per Fratelli d’Italia, ex assessore comunale alla Cultura e Pubblica Istruzione nella giunta presieduta da Salvo Pogliese. L’arresto e’ avvenuto stamattina. Nell’inchiesta sono coinvolti un medico e un imprenditore, per tutti e due il gip ha deciso una misura interdittiva. L’inchiesta e’ stata avviata dalla Squadra mobile della questura di Catania.

Secondo chi indaga, l’ex assessora avrebbe ricevuto, una mazzetta di 10 mila euro, attraverso una sua societa’, per favorire l’organizzazione di un congresso medico nel capolo’uogo etneo. Nel dettaglio, Francesco Basile, ex rettore dell’universita’ di Catania, nelle qualita’ di direttore della Uoc di chirurgia all’ospedale “San Marco”, avrebbe permesso a due medici da anni in quiescenza, a suo tempo in servizio presso il San Marco, di continuare a utilizzare “indebitamente e reiteratamente” per i propri pazienti privati gli ambulatori di cui avevano avuto la disponibilita’ quando erano in servizio le sale operatorie del Policlinico, il materiale di consumo e gli strumenti appartemeneti al nosocomio e di continuare ad avvalersi dell’aiuto dell’equipe dell’ospedale. Non solo: sarebbero state mantenute in ospedale la targa con il loro nome, la loro specializzazione e i loro numeri. Nel periodo sotto osservazione sarebbero stati individuati 14 interventi chirurgici eseguiti da medici in quiescenza: parallelamente sarebbero stati eseguiti dei falsi nella compilazione delle cartelle mediche e nella parte che riguarda l’identita’ del medico chirurgo.

Sotto osservazione pure l’organizzazione del 123esimo congresso nazionale della Sic (societa’ italiana chirurgia) della quale Basile e’ presidente: scoperti ‘stretti rapporti’ tra Basile gli amministratori della New Congress che ha organizzato il convegno e l’ex assessora (con delega anche i grandi Eventi) Barbara Mirabella. Versati dagli amministratori della New Congress srl diecimila euro alla societa’ Expo della quale Mirabella era socia per le prestazioni dei servizi necessari per l’organizzazione dell’evento. Nella fase preparatoria del congresso sarebbero emerse attivita’ concussive tra Basile e rappresentanti di due aziende farmaceutiche per ottenere contributi per il finanziamento del congresso (in un’occasione 80 mila euro) mediante esplicita minaccia della sospensione del Policlinico degli acquisti dei prodotti dei quali le due aziende erano fornitrici. Nello stesso periodo Giovanno Trovato nelle vesti di amministratore delegato dell’azienda farmaceutica Medical Ti, spa avrebbe consegnato un contributo di 5 mila euro per ottenere grazie all’intervento di Basile l’incremento del Policlinico dell’acquisto di dispositivi realizzati dalla propria azienda. L’imprenditore Trovato e’ un ex politico: negli anni ottanta fu consigliere, assessore e vice sindaco del comune di Catania nelle file del Partito socialista. (AGI)