Sicilia, Cuffaro: ”Povertà in crescita nel Mezzogiorno, sostenere le famiglie”

“Recenti rilevazioni di Banca d’Italia sulle economie regionali ci dicono che se nel 2021 l’incidenza della povertà assoluta è scesa nel Nord, mantenendosi sostanzialmente stabile al Centro, ha invece continuato a crescere nel Mezzogiorno, dove risiede il 42,2% dei nuclei poveri con un’incidenza di questa povertà maggiore tra le famiglie con un maggior numero di componenti”. Lo ha dichiarato in una nota il commissario regionale della Dc, Totò Cuffaro.”In un contesto sociale ed economico come quello siciliano – prosegue – in cui tale fragilità si accresce anche rispetto ai valori medi dello stesso Mezzogiorno, credo che, in piena sintonia con la linea tracciata dal Presidente Schifani, l’azione del Governo regionale – prosegue – non potrà che orientarsi ad una rinnovata centralità delle politiche di welfare e di sostegno alla famiglia, alle quali restituire prospettiva strategica e respiro programmatico. È vero che la Regione dispone già di una propria legge dedicata alla tutela e alla valorizzazione della famiglia, che in alcune parti è da aggiornare ed in molte altre ancora da attuare garantendole i fondi necessari, così come di significative risorse all’interno del Programma FSE+ Sicilia 2021/2027 destinate a priorità quali l’inclusione sociale e la lotta alla povertà insieme ad azioni sociali innovative da realizzare nell’ambito di micro-sistemi come quelli delle aree interne della Sicilia”, conclude Cuffaro. (LaPresse)