Comuni: Anci e Pro Loco rinnovano intesa per rafforzare collaborazione e valorizzazione turistica

Un ventaglio di collaborazioni ancora piu’ ampio fra Comuni e Pro Loco e la possibilita’ di sviluppare ulteriori azioni sinergiche. Queste alcune delle principali novita’ introdotte dal rinnovo del protocollo d’intesa fra Unpli Aps (Unione Pro Loco d’Italia) e Anci siglato oggi dal vicepresidente vicario dell’Anci, Roberto Pella e dal presidente dell’Unpli, Antonino La Spina. L’accordo da’ cosi’ il via a nuove iniziative comuni fra le due organizzazioni, a partire dalla collaborazione tra le rispettive regionali per l’avvio di nuove attivita’ di valorizzazione culturale e turistica dei territori da incardinare nei binari delle forme di collaborazione pubblico-privato nell’ambito della coprogettazione e co-programmazione previsti dalla Riforma del Terzo Settore e dai Partenariati Speciali. “Con la firma di oggi – dichiara Roberto Pella – Anci e Pro Loco italiane rafforzano una relazione gia’ salda e continuativa, con l’obiettivo di mettere a sistema l’offerta turistica e riuscire a conciliare la qualita’ ambientale e dell’abitare con la scelta di un turismo morbido, con una offerta modulata sulle diverse vocazioni dei luoghi”. “I Comuni, specie i piu’ piccoli che amministrano il 54 per cento del territorio nazionale – spiega il vicario Anci – riconoscono alle Pro Loco il ruolo di interlocutori primari e diretti dei Comuni per la realizzazione di iniziative di promozione culturale e turistica”.

“La domanda crescente di destinazioni alternative, osservata specialmente durante il biennio della pandemia – continua Pella – ha permesso la riscoperta di centri minori e piccoli borghi che non dobbiamo piu’ abbandonare. E’ importante fare tesoro di strategie e innovazioni sperimentate proprio in questo periodo, anche con Unpli, per sostenere queste politiche: penso al Bando Borghi del PNRR per il quale abbiamo lavorato insieme all’inserimento di diverse proposte come ad esempio il partenariato pubblico-privato per la valorizzazione culturale derivante da percorsi di co-progettazione e co-programmazione”, conclude il vicario Anci. “L’intesa – sostiene da parte sua Antonino La Spina – da’ continuita’ all’ampio ventaglio di collaborazioni avviate in tutt’Italia fra Comuni e Pro Loco che si estendono dalle azioni di promozione turistica, alla gestione dei beni culturali e delle biblioteche. Un impegno che rinnoviamo con estrema convenzione e che allarghiamo anche ad interventi di coprogettazione e co-programmazione”. (Nova)