22 Febbraio 2024
Palermo e ProvinciaPolitica

Parte integrazione oraria per Asu, Pace (Dc): “Finalmente stipendi più dignitosi per 4.000 lavoratori, prossimo obiettivo la stabilizzazione”

Sono 4.000 gli Asu (Lavoratori socialmente utili) siciliani che a partire dal primo di aprile vedranno incrementato il proprio stipendio. Scatta, infatti, l’integrazione oraria. Attualmente lavorano per 20 ore a settimana, ma ne saranno aggiunte 16, per un totale di un massimo di 36 ore settimanali.

In questo modo viene attuata l’ultima legge di stabilità della Regione Siciliana con un impegno pari a 17 milioni di euro per il 2023.

“Abbiamo raggiunto, grazie ad una nostra iniziativa in commissione e al lavoro d’aula, insieme al presidente Schifani ed all’assessore Albano – annuncia Carmelo Pace, capogruppo della Democrazia Cristiana all’Ars – il primo, importante, obiettivo: garantire uno stipendio più dignitoso a 4.000 lavoratori che da oltre 25 anni danno un notevole contributo negli enti utilizzatori.

È stato un mio preciso impegno della recente campagna elettorale, sono orgoglioso di aver mantenuto la promessa con tutti gli interessati. È un primo traguardo, e siamo soddisfatti perché daremo dignità a 4000 famiglie ma puntiamo ad un obiettivo ancora più ambizioso: la stabilizzazione di questi lavoratori che, al momento, sono ancora precari”.

“Siamo pronti – conclude Pace – a condurre una battaglia politica per ottenere, finalmente, il lavoro a tempo indeterminato per gli Asu, per garantire a 4.000 famiglie siciliane la serenità che meritano”.