Villafranca Sicula, appaltati i lavori di manutenzione della rete idrica

Aggiudicati alla Castrovinci Costruzioni Srl i lavori di rifacimento delle parti vetuste e deteriorate della rete idrica a Villafranca Sicula. L’Urega ha ultimato le procedure di gara, alla quale hanno partecipato ben 107 operatori economici, aggiudicando l’appalto alla ditta Castrovinci Costruzioni Srl di Brolo (in provincia di Messina) che ha proposto un ribasso pari al 31,1773 per cento. Sono adesso in via di definizione le procedure amministrative al termine delle quali avverrà la consegna dei lavori e l’avvio degli interventi sulla rete idrica. Il progetto è stato finanziato tramite il React Eu, la seconda componente del PNRR, per un importo complessivo pari a 1milione382mila77 euro. Villafranca Sicula non è il solo comune agrigentino in cui sono previsti interventi. Sono, infatti, in itinere le procedure di verifica, al termine delle quali saranno bandite le gare d’appalto, per il “Progetto di studio di fattibilità tecnico – economica” relativamente ai lavori di manutenzione della rete idrica a Canicattì, per un importo di circa 7 milioni di euro e per il “Progetto Contatori”, per un importo di 16milioni di euro, giunto alla fase esecutiva.

Già sottoposti a verifica, quindi pronti per il bando di gara, i lavori di manutenzione alle reti idriche dei comuni facenti parte del lotto 4 (Sambuca di Sicilia, Campobello di Licata, Lucca Sicula, Montallegro, Montevago, San Giovanni Gemini) e del lotto 5 (Porto Empedocle, Grotte e Racalmuto) mentre è in via di definizione il “Progetto Conoscenza”, finanziato dal React Eu, che trova applicazione in tutti i comuni gestiti dalla Consortile e per il quale, anche in questo caso, l’avvio dei lavori è previsto in tempi brevi. “Grazie al lavoro fatto nei mesi precedenti da Aica e all’Ati che ha predisposto i finanziamenti – afferma Claudio Guarneri, direttore generale di Aica – saranno avviati i lavori di rifacimento delle parti vetuste e deteriorate della rete idrica a Villafranca Sicula. Questo è soltanto un punto di partenza, perché a seguire ci saranno gli interventi sulla rete idrica di Agrigento e una serie di progetti che interesseranno i comuni dell’Agrigentino, tra i quali, tanto per dirne uno, il progetto relativo alla sostituzione dei contatori. Contiamo, dunque, nel più breve tempo possibile, di dare ai cittadini il servizio che meritano”.

“Siamo soddisfatti – dichiara Alfonso Provvidenza, presidente dell’Assemblea dei sindaci di Aica – dell’ottimo risultato raggiunto grazie al certosino lavoro di Aica e di Ati. Si tratta del primo progetto di rifacimento delle reti idriche, gli uffici di Aica stanno già definendo per procedure affinché tali interventi siano eseguiti in altri comuni, si pensi, ad esempio, ad Agrigento, Canicattì, Sambuca di Sicilia, Porto Empedocle, … Ma non è tutto. In itinere anche il progetto Conoscenza e il progetto Contatori. Noi andremo avanti, con l’unico obiettivo di rendere il servizio idrico perfettamente in grado di soddisfare le esigenze dei cittadini”. “L’aggiudicazione dei lavori per il rifacimento della rete idrica di Villafranca – spiega Domenico Gueli, presidente di Ati – è un ulteriore passo avanti verso il concreto avvio dell’ambizioso progetto finanziato all’ambito di Agrigento per oltre 50 milioni di euro a valere sulle risorse del programma comunitario europeo React-Eu. Risorse utili a ridurre le perdite nelle reti di distribuzione idriche in ben 16 comuni agrigentini, ad aumentarne l’efficienza e a potenziarne, con il “progetto Conoscenza”, il monitoraggio e la digitalizzazione. Un serio e continuo lavoro degli uffici di Ati e Aica che vede, adesso, la sua concreta attuazione”.