23 Aprile 2024
EconomiaItalia

Codacons: saldi al via, i turisti salvano il commercio

Il caldo dopo il maltempo delle scorse settimane e la forte ripresa del turismo nelle città italiane daranno un impulso positivo ai saldi estivi 2023, anche se sulla spesa dei consumatori incombe il caro-prezzi che potrebbe ridurre il budget procapite da dedicare agli sconti di fine stagione. Lo afferma il Codacons in occasione dell’avvio dei saldi che scatteranno in tutta Italia da domani 6 luglio. Il maltempo che tra aprile e la prima metà di giugno si è riversato sulla nostra penisola, sottolinea l’associazione dei consumatori, “ha rivoluzionato le scelte nel comparto abbigliamento e calzature, portando gli italiani a rimandare gli acquisti in attesa dell’arrivo della bella stagione, acquisti che almeno in parte saranno effettuati ora in occasione degli sconti. A salvare il commercio, però, saranno soprattutto gli stranieri: la massiccia ripresa del turismo nel nostro paese e le presenze di visitatori nelle principali città italiane, alimenteranno il business dei saldi, specie nei centri storici, negli outlet e presso le boutique d’alta moda. Tuttavia – avverte il Codacons – l’inflazione alle stelle e l’emergenza prezzi rischiano di influire sui budget di spesa che i consumatori italiani dedicheranno ai saldi, portando ad una maggiore prudenza durante gli acquisti”. L’associazione ricorda infine come i saldi estivi 2023 partiranno con le nuove regole sui prezzi imposti da una direttiva Ue, e l’obbligo dei commercianti di indicare il prezzo praticato nei 30 giorni antecedenti l’avvio degli sconti, in modo da impedire saldi “finti”: i negozianti che non si atterranno a tale nuova regola, vanno incontro ad una sanzione pecuniaria da 516 a 3.098 euro. (ANSA)