14 Aprile 2024
Agrigento e ProvinciaFood & Wine

Le Donne del Vino presentano con una masterclass la nuova edizione del Terre Sicane Wine Fest (VIDEO)

‘‘Donne del Vino e delle Terre Sicane’’: se ne è parlato ieri durante la masterclass nella cantina Ulmo di Planeta a Sambuca di Sicilia. L’iniziativa è organizzata dagli Enonauti in collaborazione con la delegazione siciliana dell’associazione Donne del Vino. A seguire un Beach Wine Party a Menfi, in degustazione vini del territorio. Durante l’iniziativa è stato presentato il programma del Terre Sicane Wine Fest che si terrà dal 28 al 30 luglio a Contessa Entellina.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Calogero Giuffrida (@comunicalo)

 

”L’anteprima del Terre Sicane Wine Fest – si legge in una nota – ha aperto il sipario sulla manifestazione che animerà le Terre Sicane dal prossimo 28 al 30 luglio. In conferenza stampa sono stati presentati da Leonardo Spera – Sindaco di Contessa Entellina, Comune pilota dell’iniziativa – valori e risorse che caratterizzano l’areale e sono stati resi noti i dettagli del ricco programma che vedrà tre giorni di festa tra vino, musica e spettacoli. A seguire la masterclass “Donne del vino e dei Sicani” è stata l’approfondimento delle Le Donne del Vino Sicilia che ha celebrato la filiera vitivinicola del territorio declinata al femminile. In serata l’incontro con i produttori delle Terre Sicane al Beach Wine Party è stato il gran finale di una giornata conviviale e di scoperta del territorio”.

Un viaggio ideale da Menfi a Contessa Entellina passando per Sciacca, Sambuca, Montevago e Santa Margherita Belìce per ripercorrere tutti i sapori e i profumi di una Sicilia autentica e intatta. Dal 28 al 30 luglio l’appuntamento è in Abbazia Santa Maria del Bosco a Contessa Entellina (PA), il plesso monastico monumentale che rappresenta una delle bellezze architettoniche meglio conservate del territorio belicino. “In cinque anni il Terre Sicane Wine Fest è cresciuto tantissimo e partendo dal vino ha creato connessioni sempre più forti – spiega Leonardo Spera, Sindaco di Contessa Entellina amministrazione molto attiva nel promuovere i Sicani e il Wine Fest – grandi sinergie che oggi si intrecciano con le produzioni sicane ormai diventate un brand conosciuto e di valore, con l’accoglienza tipica locale e il turismo naturalistico ed esperienziale che è parte della vita sostenibile dei nostri borghi. Ci stiamo preparando ad abbracciare il pubblico delle grandi occasioni: lo Spazio Greco del comune e l’Abbazia Santa Maria del Bosco si riempiranno delle sfumature dei prodotti agricoli del nostro ricco territorio e concluderemo con un gran finale domenica 30: appuntamento tutti in piazza a Contessa Entellina con la premiazione dei migliori vini delle nostre comunità, la musica live dell’orchestra ‘Caro Carosone Band’ e lo spettacolo dell’eccezionale Manlio Dovì, attore e imitatore conterraneo”.

Nella tre giorni di fine luglio si alterneranno masterclass guidate, banchi di degustazioni, spettacoli di danza e di fuoco, musica dal vivo e djset. Grande spazio dedicato ai vini di Toscana della Strada del Vino Nobile di Montepulciano e dei Sapori della Valdichiana Senese che quest’anno è il territorio ospite che porterà in degustazione 100 referenze e si racconterà attraverso la voce dei protagonisti in diversi momenti di confronto. Il convegno “Le Strade del vino, dell’olio e dei sapori come modelli innovativi di accoglienza, organizzati, stabili e sostenibili” moderato da Franco Nuccio direttore Ansa Sicilia in programma sabato 29 getterà le basi di un dialogo nazionale. “Il Terre Sicane Wine Fest è nato soltanto cinque anni fa colmando un vuoto – precisa Gunther Di Giovanna Presidente Strada del Vino Terre Sicane – e in questo tempo siamo riusciti a farlo diventare un momento di incontro tra professionisti della filiera del vino, quella della produzione e quella della promozione enoica. È la tre giorni in cui le Terre Sicane celebrano la Sicilia come continente enologico, un concetto che si riflette pienamente nel nostro areale fatto di viticolture che si snodano dal mare alla montagna”.