23 Aprile 2024
Cronaca

Dl Pa 2, Carmina (M5s): approvato emendamento su Lsu e Asu siciliani, bellissima giornata per il lavoro”

“In commissione Lavoro è stato approvato l’emendamento a nostra firma, presentato al decreto PA 2, per chiedere la stabilizzazione dei Lavoratori socialmente utili (Lsu) e di coloro impegnati in Attività socialmente utili (Asu) in Sicilia. Ciò significa che i Comuni siciliani avranno la possibilità di assumerli in qualità di lavoratori sovrannumerari fino al 2026”. Lo affermano in una nota Davide Aiello e Riccardo Tucci, deputati del M5S in commissione Lavoro. “A beneficiarne saranno circa 4.500 lavoratori siciliani. Un risultato straordinario, soprattutto se si considera che è stato ottenuto dai difficili banchi dell’opposizione – prosegue -. Ora i lavoratori interessati dall’emendamento potranno guardare al futuro con occhi più sereni”.

Commenta la deputata M5s Ida Carmina: “Una bellissima giornata per il lavoro e per questi lavoratori che finalmente potranno essere assunti a tempo indeterminato dalle pubbliche amministrazioni, anche in deroga fino al 30 giugno 2026. Un’affermazione ottenuta con impegno e grande determinazione, non senza difficoltà.
Così si restituisce dignità e speranza a lavoratori che da anni si spendono nelle amministrazioni siciliane, senza contratti stabili. Abbiamo lottato per un futuro più sicuro a migliaia di uomini, donne e giovani. Penso in questo momento ai dipendenti del Comune di Porto Empedocle, agli LSU ed ASU, che durante il mio mandato, nella Pandemia, mettevano il massimo impegno e mi aiutavano a dare risposte alle tante necessità dei cittadini in difficoltà, nonostante l’amarezza di essere ancora precari, dopo tanti anni di lavoro.

Con l’approvazione del nostro emendamento anche i lavoratori sovrannumerari potranno essere stabilizzati, infatti in Sicilia c’erano dei Comuni che avevano all’interno dell’ente un numero maggiore di Asu e Lsu , adesso anche loro avranno la possibilità della stabilizzazione e della deroga oltre i limiti di legge finora previsti perle capacità assunzionali, anche questo paletto è stato superato. Finalmente per questi lavoratori inizia un nuovo percorso che potrà dare dignità e dire basta a una vita da precario. Adesso dopo la conversione del Decreto a Roma, la regione siciliana ha la strada spianata per ridare dignità e un lavoro stabile a lavoratori che per troppo tempo nonhanno avuto le guarentigie e i diritti alla stessa stregua dei colleghi a tempo indeterminato. Pensando a loro, e ai tanti lavoratori siciliani precari, sono orgogliosa di poter dire “Basta Vite Precarie”.