26 Settembre 2023
Cultura & SocietàSiracusa e Provincia

Spettacolo, Regione organizza a Siracusa gli “Stati generali del cinema”

I professionisti del settore audiovisivo internazionale si ritroveranno nella primavera del 2024 in Sicilia per gli “Stati generali del cinema”, una tre giorni di confronto promossa e organizzata dalla Regione Siciliana. L’evento si terrà dal 12 al 14 aprile nell’isola di Ortigia, a Siracusa tra il castello Maniace, palazzo Beneventano del Bosco, palazzo Borgia del Casale e si tradurrà in un momento di ascolto e confronto per tutti i professionisti della filiera.
Parteciperanno i più importanti stakeholder del comparto cinematografico, tra i quali le principali case di produzione, le diverse Film commission operanti nel territorio nazionale, i principali Festival del cinema (Venezia e Cannes), i Nastri d’Argento e i David di Donatello con tutte le associazioni di categoria.

«Porteremo – dichiara il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani – il mondo del cinema in Sicilia. L’Isola si sta affermando come un set a cielo aperto capace di attrarre rilevanti produzioni cinematografiche internazionali che si traducono in un importante indotto sul territorio. A tal fine, stiamo prevedendo lo sviluppo di specifiche competenze attraverso appositi percorsi formativi destinati soprattutto ai giovani».

Tanti i temi che saranno trattati: il tax credit, il cinema indipendente, le produzioni destinate al grande pubblico, le industrie tecnologiche, la progettazione di un cineporto tutto siciliano.

«Una pianificazione strategica – dichiara l’assessore allo Spettacolo, Elvira Amata, che sta organizzando l’evento – diventa essenziale per promuovere il cineturismo. Non a caso, il portale Tripadvisor ha inserito la Sicilia al primo posto nei luoghi di film e serie tv da visitare quest’anno. Gli Stati generali saranno, quindi, un’occasione nell’industria per rafforzare la centralità dell’Isola che ha animato centinaia di set cinematografici ed è stata musa di grandi registi, da Tornatore a Francis Ford Coppola, da Salvatores a Woody Allen».

Nel corso della tre giorni, saranno dedicati spazi anche alle industrie tecnologiche, che per la loro peculiare connotazione rivoluzioneranno le industrie creative del futuro, e al dibattito sull’utilizzo dell’intelligenza artificiale. Si parlerà anche dell’impatto economico sul territorio generato dalle grandi produzioni di film come l’ultimo “Indiana Jones” e serie televisive quali “The White Lotus”, ambientata a Taormina nella seconda stagione, “Il Gattopardo” e “I Leoni di Sicilia”. Al ricco programma di panel e incontri su temi centrali per l’industria cinematografica prenderanno parte le personalità più autorevoli del settore.