14 Aprile 2024
Agrigento e ProvinciaCultura & Società

Porto Empedocle, domani in scena ”Vulannu vulanni Patri figliu e d’unni pigliu”

Terzo appuntamento teatrale domani sera alle 21,30 in piazza Kennedy, in occasione del V premio Vigata – Andrea Camilleri, patrocinato dal Comune di Porto Empedocle ed Enel. Dopo il successo della serata inaugurale con lo spettacolo messo in scena dal Laboratorio Vigata con l’opera “HEY YOU HEY YOU” e domenica scorsa con “L’ULTIMA ESTATE. FALCONE E BORSELLINO 30 ANNI DOPO” portato in giro per il mondo dall’Ert Emilia Romagna Teatro con KNK, domani riprende la rassegna con una compagnia siciliana doc.
Sul palco salirà la Compagnia Teatrale Martoglio di Grotte con “VULANNU VULANNU Patri figliu e d’unni pigliu”, autore e regista di Giovanni Volpe, protagonista Aristotele Cuffaro. Un’accoppiata vincente che certamente farà divertire e riflettere il pubblico che vorrà accorrere in piazza Kennedy.
“VULANNU VULANNU Patri figliu e d’unni pigliu” rientra nella più semplice e schietta tradizione dell’umorismo in lingua siciliana e nella più ampia e consolidata categoria dell’one man show. Inquietanti gallerie di varia deteriorata umanità, come quella disegnata nei film ad episodi “I MOSTRI e I NUOVI MOSTRI” da registi e sceneggiatori quali Dino Risi, Ettore Scola, Mario Monicelli, Furio Scarpelli, Elio Petri. Personaggi mostruosi senza un minimo senso del sociale ed usi a considerare gli altri solo come strumenti per la loro realizzazione o come sfogo alle loro frustrazioni.
La paura di vivere e sognare; la povertà incombente e lo sfruttamento della divinità a fini commerciali, il razzismo e la non accettazione del diverso, l’ipocrisia e la convenzione sociale, sono gli ambiti nei quali Aristotele Cuffaro dà prova di abile trasformismo e sempre più consolidate capacità da puro e poliedrico attore dialettale. La kermesse teatrale intitolata ad Andrea Camilleri ha in Giovanni Volpe il direttore artistico e Mario Silvano il direttore organizzativo, nonché “papà” del premio Vigata, istituito nel 2003.