22 Febbraio 2024
Agrigento e ProvinciaCronaca

Ribera, avviato Progetto Intervento Sociale (PrInS) per distribuzione alimenti e prodotti igienici

Il Comune di Ribera, dopo aver curato la fase istruttoria e quella preparatoria, darà avvio nei prossimi giorni al servizio di distribuzione dei beni di prima necessità a bassa soglia (banco alimentare e prodotti igienici per minori ed adulti).

Le borse spesa verranno distribuite in ciascuno dei Comuni del Distretto D6 (ovvero Ribera, Burgio, Calamonaci, Cattolica Eraclea, Lucca Sicula, Montallegro, Villafranca Sicula) a tutta la popolazione che ne ha diritto (tutti i cittadini con un ISEE inferiore a 6000€ annui) fino ad esaurimento scorte.

In collaborazione con le altre amministrazioni dei Comuni del D6 – afferma l’Assessore Rosalia Miceli – abbiamo sottoscritto un protocollo d’intesa per l’avvio del progetto PrIns Avviso 1/2021 PON Sia, finanziato dal PNRR; abbiamo coinvolto le organizzazioni di volontariato parrocchiali (Caritas, CAV, S. Vincenzo) che operano nel territorio, ed infine la Pro Loco Cattolica Eraclea (appartenente all’UNPLI) – APS, affidataria del servizio, un esempio di come la comunità possa unirsi per affrontare sfide collettive e creare un impatto positivo nelle vite di tutti noi.

”Questo importante intervento – dichiara il Sindaco Matteo Ruvolo – in favore dei nuclei familiari svantaggiati, permetterà loro di poter avere un supporto ai bisogni primari per poter far fronte alle situazioni di grave disagio economico. La scelta di concentrarsi su prodotti di qualità dimostra l’impegno nell’offrire non solo supporto, ma anche dignità e rispetto a chi ne beneficia.

Vogliamo ringraziare – conclude Ruvolo – i dipendenti del Comune di Ribera, i volontari e tutti coloro che stanno lavorando per garantire la riuscita di questo intervento in favore di tutti i cittadini del distretto D6 che richiedono un aiuto immediato. Una significativa distribuzione di generi alimentari a famiglie bisognose della nostra comunità, che mira ad alleviare il peso delle difficoltà economiche che molte famiglie stanno affrontando”.