SHARE
Foto agrigentosette.it

“Quello che sta emergendo è una monumentalità più grande di quello che si pensava inizialmente”. Lo ha detto l’archeologo Luigi Caliò ad AgrigentoSette durante il quarto giorno di scavi alla ricerca dell’antico teatro di Akragas.
“Possiamo dire – ha aggiunto l’esperto – che il diametro si attesta sui 100 metri. Abbiamo trovato inoltre la fossa di fondazione del muro semicircolare che sosteneva la struttura di cui oggi restano solo le fondazioni. Questa è una grande fortuna, sappiamo quasi con certezza che si tratta di un’opera tarda, quindi della fine del III secolo a. C.”.
Sul luogo della campagna scavi, oggi aperto ai visitatori, anche il direttore del Parco archeologico Valle dei Templi Giuseppe Parello: “Prosegue tutto bene. Abbiamo aperto diversi punti di scavo, nel frattempo siamo assistiti – ha spiegato – dai sondaggi geoelettrici realizzati dall’Università del Molise e stiamo andando avanti”.

SHARE