Migranti, Forum diritti: 2700 tunisini sbarcati in Italia tra luglio e settembre

Sono oltre 2700 i tunisini sbarcati clandestinamente sulle coste italiane tra luglio e settembre 2017 e tra le 5000 persone che avrebbero tentato di raggiungere l’Italia almeno un migliaio sarebbe stato fermato dalla Guardia costiera. Cosi’ il presidente del Forum tunisino per i diritti economico e sociali (Ftdes), Messaoud Romdhani, Per il presidente del Ftdes il 42.41% dei tentativi di emigrazione illegale avviene a partire dalle coste di Sfax, in particolare dalle isole Kerkennah (a soli 120 km da Lampedusa) seguite in percentuale inferiore dalle coste dei governatorati di Biserta, Medenine, Mahdia e Monastir. Si emigra illegalmente in gran parte su piccole imbarcazioni o pescherecci. Il 2% sono donne, il 67% dei migranti ha tra i 20 e i 30 anni. Secondo il portavoce del Ftdes, Rim Bouarouj, il numero dei giovani tunisini che tenta o ha tentato di uscire dal paese illegalmente e’ aumentato precisando in conferenza stampa che il 54,6% dei giovani del Paese nordafricano vuole emigrare ed il 31% e’ disposto a farlo in maniera illegale. Bouarouj ha dichiarato che in base alle stime del Ftdes 1384 giovani sono stati arrestati nei primi nove mesi del 2017 per aver tentato di emigrare clandestinamente. Le ragioni di questa volonta’ di “fuga dal paese” sono, secondo Romdhani, molteplici, di carattere economico-sociale, ma anche dovute alla crescente disperazione e frustrazione dei giovani di non vedere davanti a se’ un futuro, lo scarso rendimento dei governi succedutisi nel tempo, il rafforzamento della rete degli operatori di contrabbando in mare, e il ruolo dei social network nella diffusione di questi fenomeni.