Docufilm francese sulle vie del grano, il regista Benoit Felici a Siculiana con la chef Bonetta dell’Oglio

Il regista francese Benoit Felici nell’Agrigentino per un docufilm sulle vie del grano in Sicilia. Martedì scorso tappa a Siculiana, dove il filmaker transalpino e la sua troupe sono stati accolti e portati in giro dai ragazzi dell’associazione Alt. Tra le interviste realizzate nella “città degli sposi” quelle al presidente dell’Associazione Leisure and Tourisme e alla chef palermitana Bonetta dell’Oglio paladina dei grani antichi siciliani e della biodiversità, autrice del libro “Romanzo culinario” scritto a quattro mani con la giornalista Eleonora Lombardo. Benoit Felici si è fatto conoscere già diversi anni fa in Italia con il docufilm “Unfinished Italy”, un viaggio alla scoperta delle moderne rovine della penisola, trasmesso anche dalla Rai. Adesso il nuovo lavoro, di cui ancora non si conosce il titolo, che dovrebbe uscire in prima visione tra nei prossimi mesi.

“Ho avuto il piacere di partecipare narrando la storia dell’antico porto frumentario, il docufilm tra dicembre e gennaio uscirà in prima visione in Francia”, racconta Stefano Siracusa, presidente dell’associazione Alt che gestisce il Museo della Memoria e del Territorio di Siculiana. “Con Benoit Felici e la sua troupe – aggiunge – siamo andati alla scoperta delle vie del grano, tra il #MeTe e i silo-granai dell’antica Herbesso a Siculiana Marina”. La città di Herbesso fu per molto tempo il granaio dell’antica Akragas e per secoli fu oggetto di diverse conquiste e dominazioni fino al XV sec d.C., tuttavia gli studiosi non sono ancora concordi sulla corretta identificazione della città. Nel 2012 l’associazione Alt condusse una ricognizione su alcune evidenze archeologiche presenti nel territorio di Siculiana. “Grazie a quella ricognizione – spiega Siracusa – è oggi possibile individuare la città proprio nei dintorni di Siculiana Marina. Tutto ciò viene supportato dalle teorie di Paolo Fiorentino, di Primo Veneroso e di Antonella Barone, nonché dal ritrovamento di un rocchio di stile dorico proprio nei pressi del Monte Stella”.

Il percorso tra storia, archeologia e natura scelto dal regista francese viene proposto dall’Associazione Leisure and Tourisme anche ai turisti. “L’escursione – si legge sul sito web – mira a ripercorre alcuni di quei luoghi presumibilmente identificabili con l’antica Herbesso. L’itinerario prevede la visita al Museo della Memoria e del Territorio di Siculiana e l’introduzione dettaglia sulla storia della città di Herbesso; la visita dei silo-granai sul monte Caricatore nei pressi di Siculiana Marina; l’escursione naturalistica sul pianoro di Serralonga, la presunta acropoli della città di Herbesso, e infine la visita del Cupolone e della relativa calcara, antica torre di avvistamento medievale da dove è possibile ammirare un panorama mozzafiato che dà sul Mare Nostrum. Per ulteriori informazioni e prenotazioni è possibile chiamare al numero 329/9681701 o scrivere una mail all’indirizzo museodellamemoria@gmail.com”.