Lazzano e Paci: ‘D’Orsi fa pubblicità ingannevole con i soldi della Provincia’

“Il Presidente della Provincia Regionale di Agrigento D’Orsi a fine anno continua a gettare fumo negli occhi ai cittadini della nostra Provincia attraverso siti web,giornali e tv locali. In questi giorni,in occasione delle festività Natalizie, il Capo dell’amministrazione si è tuffato ,o meglio avventurato, attraverso gli schermi di alcune tv locali e di alcuni siti web della nostra provincia in voli pindarici per spiegare alla pubblica opinione le cose che avrebbe fatto nei primi tre anni di mandato politico-amministrativo,pontificando dalla poltrona Istituzionale del suo studio con i soldi della Provincia”.

E’quanto scrivono in un comunicato stampa i consiglieri provinciali del Pdl Mario Lazzano e Ivan Paci, che già hanno presentato un’interrogazione sulle spese pubblicitarie della Provincia e che aggiungono: “D’Orsi millanta opere e scelte amministrative,soluzioni di problemi,maggioranze Bulgare che non ha mai avuto se non durante il primo biennio di amministrazione allorquando vinse nel 2008 con una coalizione di Centrodestra formata da PDL-MPA-UDC.


A seguito del ribaltone che ha tradito il voto popolare e che ha avuto come registi D’Orsi e Di Mauro,il Presidente naviga a vista senza maggioranza numerica in Consiglio provinciale,senza un progetto politico amministrativo degno di questo nome,cambiando decine di volte Assessori , modulando e rimodulando deleghe a suo piacimento,senza  mai prospettare soluzioni agli atavici problemi che attanagliano la nostra Provincia.

Parla di aeroporto,di strade,di scuole e della loro messa in sicurezza senza che è stato in grado di offrire alla pubblica opinione soluzioni vere (vedi Auditorium-teatro  da anni completo e mai entrato in funzione a Sciacca costato più di 500 mila euro per l’arredo -sito in Contrada Marchesa annesso all’Istituto Tecnico Agrario e Alberghiero-, ed ancora , la vicenda riguardante il Liceo Scientifico e l’IPIA di Canicatti,ed il Liceo Scientifico ad Agrigento con la mancanza di aule necessarie senza avere trovato soluzione alcuna. Dice di avere ridotto il debito che la Provicnia aveva contratto in  passato attraverso l’accensione di mutui che hanno  questi di contro consentito la realizzazione di diverse opere , scuole in particolare (Bivona )”.

Proseguono Lazzano e Paci: “Quando D’Orsi afferma che ha cancellato Enti inutili è falso perchè questo è stato fatto dal Consiglio Provinciale;  quando afferma che sono stati fatti dei tagli al bilancio  da lui è falso perchè questi sono stati operati dal Consiglio Provinciale rimodulando spese che nulla avevano a che vedere con lo svilupppo della nostra Provincia ed indirizzandole attraverso la presentazione di numerosi emendamenti al sociale,a tutti i portatori di handicap,alla Lilt,alle strade ed  in tutti quegli edifici scolastici di proprietà dell’Ente.

Il raddoppio della SS 640, opera che rimarrà alla storia per la sua importanza ,è un successo ascrivibile esclusivamente al CENTRODESTRA AGRIGENTINO ed in particolare all’iniziativa dell’allora Presidente Vincenzo Fontana e al concreto sotegno dell’On.Angelino Alfano.

Le somme per  aumentare il monteore a tutti i precari da 18 a 24 sono state concesse dal Consiglio Provinciale grazie ad un emedamento che ha avuto come primi sottoscrittori i Consiglieri Provinciali del PDL e al contempo non avendo il sostegno dell’esiguo numero di consiglieri che sostengono ed ancora credono in questa Amministrazione è stato approvato.E ancora ,dice di avere ridotto i  Dirigenti di settore: a quali settori si riferisce?  Attraverso i nostri emendamenti, e i numerosissimi atti ispettivi,al lavoro delle Commissioni Consiliari abbiamo dato impulso a settori che a costo zero vedevano situazioni bloccate da più di un anno come gli esami per l’abilitazione al trasporto conto terzi. Ma di tutto questo il Presidente D’Orsi non fa cenno alcuno senza nemmeno ringraziare l’intero Consiglio Provinciale il quale fino ad oggi gli consente di operare e di andare avanti approvando i bilanci,gli equilibri,il Piano Triennale dell OO.PP. ecc.ecc.ecc.ecc.

Potremmo continuare all’infinito nell’elencare le tante soluzioni a numerosi problemii  della Provincia che dagli scranni consilari abbiamo determinato come gruppo consiliare pdl e come singoli consiglieri portando avanti istanze territoriali che ci provengono da singoli cittadini,da associazioni,comitati,studenti e lavoratori .

Quello di D’Orsi è uno spot che dice tutto ed il contrario. Una rassegna condensata in 10 minuti di fatti e situazioni malraccontati,insomma non fa altro che dire peste e corna delle passate amministrazioni senza che lui abbia dato quel necessario impulso al governo della provincia,preparandosi,a suo dire alla prossima campagna elettorale, senza sapere che con il 2013 il governo Monti manda in pensione le Province in Italia”.

Ancora: “L’anno 2011 si chiude con l’ennesima iniziativa inconcludente. L’ente presieduto da D’Orsi ha affidato, la pubblicazione di un video messaggio a pagamento solo ad alcune testate online e tv. Quelli che piacciono al presidente e , a suo giudizio, farebbero il suo comodo . L’Ente presieduto da Eugenio D’Orsi ha deciso a propria discrezione di pubblicare il video a pagamento solo su alcune testate giornalistiche online. Come se i soldi della Provincia fossero soldi suoi, da potere spendere come meglio crede. Ebbene, la vicenda legata all’affidamento della pubblicità istituzionale della Provincia Regionale di Agrigento merita chiarezza. Oggi abbiamo presentato una interrogazione urgente per saperne di più.Attendiamo risposta dal Presidente D’Orsi nel più breve tempo possibile. Nessuno creda, intanto, che questioni del genere, legate alla trasparenza amministrativa e all’uso del pubblico denaro da parte di chi amministra, possano interessare solo a chi fa parte del mondo dell’informazione. Il mancato coinvolgimento che ha determinato l’amministrazione D’Orsi nei confronti sia del Consiglio Provinciale tutto che dei gruppi consiliari ha segnato negativamente questo triennio e questo fine 2011 in particolare”, concludono Lazzano e Paci.

D’Orsi interrogato sulla pubblicità istituzionale della Provincia

I commenti sono chiusi.