15 Giugno 2024
Agrigento e ProvinciaCultura & Società

Da Perm un’estemporanea di pittura per ritrarre Agrigento, scambio culturale fra la Russia e l’Accademia Michelangelo

Arrivano da Perm, la città russa nata sul fiume Kama, e sono tornati (non è la prima volta) in Sicilia per dipingere, confrontarsi. Ecco una delle iniziative internazionali dell’Accademia di Belle Arti Michelangelo di Agrigento, diretta da Alfredo Prado, la struttura di alta formazione – che da 40 anni crea bellezza e connessioni con il territorio –, rilancia la sua vocazioni agli scambi culturali. L’estemporanea di pittura ha preso le mosse ieri mattina, domenica 20 maggio, dal belvedere Modugno, per spostarsi poi verso piazza Municipio. Volti, pareti dove l’edera si arrampica, stradine lastricare di sampietrini, così l’Art Accademy di Perm, interpreta i colori, le luci e il cielo di Agrigento. “È sempre interessante capire come veniamo visti da fuori – ha spiegato il direttore Alfredo Prado – gli scambi culturali con altri Paesi fanno parte della nostra offerta formativa. Siamo convinti che bisogna aprirsi all’estero e conoscere altre realtà, questo è fondamentale per avere una visione più nitida di quello che ci circonda”. Una sessione di pittura estemporanea vivace, allegra, che non ha mancato di catalizzare l’attenzione di passanti e curiosi. A riprova del fatto che di arte c’è bisogno e basta vedere in azione un pittore per rendersi conto di quanto il gesto di colorare, contornare, dipingere, sia necessario. L’evento si è concluso nella corte dell’Accademia Michelangelo con la consegna degli attestati di partecipazione.