Munizionamento bellico a casa, denunciata 39enne di Lampedusa

Una donna di 39 anni di Lampedusa (Agrigento) è stata denunciata dalla Polizia per detenzione di parti di munizionamento bellico. Durante una perquisizione nella sua abitazione, oltre a numerosi residuati bellici gli agenti hanno scovato anche alcuni volantini, seppur datati, in cui, spiegano dalla Questura “si scorgeva una forte avversione verso le Istituzioni”. La donna era già stata denunciata dalla Squadra mobile, diretta da Giovanni Minardi, per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Insieme ad altre persone, aveva messo a disposizione alcune abitazione a stranieri irregolari sul territorio nazionale, fornendo loro anche informazioni per eludere i controlli ed evitare i rimpatri. Le perquisizioni sono state disposte dalla Procura di Agrigento, diretta da Luigi Patronaggio, nell’ambito di un’indagine coordinata dal sostituto Paola Vetro. (AdnKronos)