Le tartarughe marine scelgono le spiagge di Siculiana, il sindaco: ”Nostra costa luogo di straordinario valore naturalistico”

La tartaruga marina, tra le specie più rare del mediterraneo, sceglie di nidificare sulle spiagge del meraviglioso litorale siculianese. Nell’arco di una settimana ben due nidificazioni, la prima nella spiaggia di c.da Pietre cadute e la seconda nell’incantevole spiaggia del borgo marinaro di Siculiana Marina, una delle spiagge più rinomate della “Costa Sicana” di Agrigento.  Nel caso della prima nidificazione, avvenuta il 16 Giugno, sono stati i volontari del WWF ad accorgersi del “lieto evento” nell’ambito del consueto monitoraggio giornaliero delle spiagge. I volontari hanno identificato le tracce impresse sulla sabbia che non lasciavano alcun dubbio, mentre per il secondo, verificatosi il 24 Giugno, gli operatori del WWF sono intervenuti a seguito di una segnalazione del signor Filippo Piazza di Realmonte che ha assistito all’ovodeposizione.

In entrambi i casi gli operatori dell’Ente gestore della Riserva Naturale Orientata di Torre Salsa hanno delimitato l’area con rete metallica per proteggere il nido da attacchi di predatori ed hanno apposto i cartelli per segnalare ai bagnanti lo straordinario evento e proteggere il nido dai curiosi. Ora le uova staranno in incubazione per circa 60 giorni nelle sabbie fini e color oro che caratterizzano le spiagge siculianesi. Appena pronti i piccoli romperanno il guscio e, una volta emersi dalla sabbia, inizieranno la loro corsa verso il mare. Si tratta di un evento divenuto ormai raro nel resto d’Italia, a causa della scarsità di siti idonei alla nidificazione della specie, ma le acque di Siculiana ancora una volta si riconfermano per la qualità e l’assenza di inquinamento.

“La nostra costa, ove ricade anche la Riserva Naturale di Torre Salsa, si conferma un luogo di straordinario valore naturalistico – dichiara Leonardo Lauricella Sindaco del Comune di Siculiana – Siamo consepevoli dell’importanza di questi frequenti episodi e la nostra sensibilità si tramuta in sinergie fattive con i volontari e gli operatori del WWF per la tutela della biodiversità ed in particolare per la protezione delle tartarughe caretta caretta che sono diventate uno degli elementi identitari di questo lembo di litorale tra i più pregiati della Costa Sicana. Complimenti ancora a quanti sono impegnati giornalmente per la tutela dell’ambiente e per la promozione del nostro patrimonio naturalistico ed un invito a quanti ancora non hanno avuto modo di scoprire ed apprezzare questo meraviglioso angolo di Sicilia”.