Coronavirus, sindaci dell’Agrigentino: ”Misure a sostegno dell’agricoltura insufficienti per la ripresa del comparto”

“Misure a sostegno dell’agricoltura insufficienti per la ripresa del comparto”. A lanciare l’allarme sono gli amministratori di dieci Comuni della provincia di Agrigento. I sindaci di Alessandria della Rocca, Bivona, Burgio, Calamonaci, Cianciana, Lucca Sicula, Menfi, Ribera, Sciacca e Villafranca Sicula, hanno chiesto all’assessore regionale all’Agricoltura, Edy Bandiera, una riunione operativa per proporre e programmare ulteriori misure a sostegno delle imprese agricole alla luce dello stato di crisi del settore agricolo, agroalimentare e agrituristico, conseguente all’emergenza Covid-19, dichiarato dal governo regionale lo scorso 9 aprile. “Le misure previste nella manovra finanziaria regionale approntata per l’emergenza – affermano i sindaci – ed in particolare la sospensione dei versamenti che scadono nel periodo compreso tra l’8 marzo 2020 e il 31 ottobre 2020 relativi ai ruoli istituzionali ed irrigui, rappresentano un primo passo importante, ma le restrizioni alla circolazione mettono in difficolta’ il comparto agricolo”. Gli amministratori fanno riferimento alla mancanza di piogge ed alle temperature al di sopra delle medie stagionali, che hanno prodotto ritardi a carico delle produzioni cerealicole ed anticipi di fioritura per quelle arboree. Ed inoltre dicono di essere penalizzati anche dalle restrizioni alla circolazione imposte dalle varie ordinanze regionali e nazionali. (ITALPRESS)