Donna uccisa a Bagheria, la nipote confessa: ”Mi trattava molto male, ho pagato due extracomunitari 15mila euro”

“Sì, è vero. Ho ucciso mia zia. Non ce la facevo più. Mi trattava molto male”. Arriva la confessione di Maria Francesca Castronovo, la 39enne arrestata oggi dai Carabinieri di Bagheria con l’accusa di avere ucciso la zia, Angela Maria Corona di 47 anni. La giovane ha chiesto l’aiuto di due extracomunitari “in cambio di 15 mila euro”. A raccontare delle liti continue tra la zia e la nipote è stato il compagno della vittima, ma anche altri parenti. Così l’attenzione degli inquirenti si è subito concentrata sulla nipote, che si trova in ospedale per le gravi ustioni riportate sulle gambe. Sembra che sia stata proprio la zia, poi uccisa, ad averla ustionata gettandole dell’acqua bollente. Anche se la nipote ha sempre detto di essersi ustionata per l’incendio della sua auto. (Ter/Adnkronos)