Mafia, De Raho: ”Già infiltrata in appalti sanità, ora guarda a farmacie”

Le mafie “si sono già infiltrate negli appalti pubblici nella sanità. E da un po’ di tempo guardano anche al mercato dei prodotti farmaceutici, guardano alle farmacie”. Lo dice il procuratore nazionale Antimafia, Federico Cafiero de Raho, in un’intervista realizzata dal giornalista e scrittore, Sergio Nazzaro, specializzato sul tema criminalità, per il centro studi internazionale Global Initiative against Transnational Organized. “Basta osservare i figli dei capicosca, che molto spesso hanno scelto di laurearsi in medicina – spiega il magistrato -. O quanti sono i soggetti contigui alle cosche che hanno il primariato o hanno posti di grande responsabilità: dirigenti delle Asl o delle altre aziende sanitarie. O pensiamo ad alle responsabilità nel campo veterinario, laddove ugualmente è rilevata la presenza di soggetti legati alle mafie”. Per Cafiero de Raho “tutto rientra evidentemente in un grande disegno che è il progetto di infiltrare certi ambienti, acquisendo sempre più posizioni significative. E d’altro canto le ricchezze di cui le mafie dispone sono enormi”. (LaPresse)