Avis Cattolica Eraclea: ”Anche oggi tanti donatori, grazie a tutti per grande senso di responsabilità”

“Quando l’Avis chiama, Cattolica Eraclea è sempre presente. Anche oggi gran numero di donatori, grazie a tutti per questo gran senso di responsabilità. Grazie ai donatori, allo staff che garantisce il rispetto delle norme. Grazie ad ogni donazione e a chi ci aiuta a sanificare i locali. Un invito lo voglio rivolgere a tutti gli sportivi che visto il fermo delle attività potrebbero dimostrare di essere sensibili e a donare. Vi aspettiamo domenica 17 Maggio”. Lo ha scritto su Facebook il presidente dell’Avis di Cattolica Eraclea Franco Colletti a margine della nuova giornata di donazioni del sangue.

Nonostante i decreti e le ordinanze con le regole per il contenimento del contagio da Coronavirus, i donatori e il personale associativo possono spostarsi verso le unità di raccolta fisse e mobili sull’intero territorio nazionale. La circolare emessa in data 24 marzo dalla direzione generale della prevenzione sanitaria del ministero della Salute, ribadisce ancora una volta la donazione di sangue ed emocomponenti come “attività sanitaria essenziale necessaria a garantire l’attività assistenziale di pazienti che necessitano di trasfusioni”. Il documento fornisce importanti precisazioni a seguito del D.P.C.M 22 marzo 2020 in cui si «fa divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi con mezzi di trasporto pubblici o privati in Comune diverso da quello in cui si trovano». Considerato che: il D.P.C.M 22 marzo 2020 stabilisce che siano consentite le attività che erogano servizi di pubblica utilità ivi compresa l’assistenza sanitaria; la donazione di sangue è considerato un servizio sanitario essenziale e necessario a garantire l’assistenza di pazienti che necessitano di trasfusioni; le Unità di Raccolta (siano esse fisse o mobili, pubbliche o associative) non sono presenti in tutti i Comuni d’Italia; il Ministero precisa che i donatori sono autorizzati a recarsi presso tali strutture a donare per motivazioni di “assoluta urgenza”.