Droga, scatta l’operazione Minosse: 9 arresti tra Caltagirone, Ramacca e Calatafimi

Guadagnavano circa 4.000 euro al mese gli spacciatori della rete di pusher scoperta tra Caltagirone, Ramacca e Calatafimi Segesta (Trapani) dai carabinieri del Comando provinciale di Catania in un’operazione, coordinata dalla Procura della Repubblica di Caltagirone, che ha portato all’arresto di nove persone. Gli indagati sono accusati di concorso in detenzione ai fini di spaccio di cocaina, hashish e marijuana. L’operazione e’ stata denominata ‘Minosse’. Il provvedimento scaturisce da un’indagine condotta dai carabinieri tra l’agosto del 2016 e il dicembre del 2018. Le indagini hanno accertato l’esistenza di una attivita’ di spaccio di stupefacenti a Palagonia, Ramacca e Caltagirone, citta’ quest’ultima in cui il business sarebbe stato piu’ fiorente. Durante le indagini sono state 17 le persone arrestate, sei quelle denunciate, 16 quelle segnalate in Prefettura. Sono stati recuperati complessivamente 2 chili e 465 di marijuana, 663 grammi di cocaina e 348 di hashish. I militari hanno anche sequestrato contante per 23.215 euro. Nel corso dell’operazione sono state effettuate perquisizioni domiciliari, anche nelle abitazioni di altri indagati oltre a quelli raggiunti dal provvedimento restrittivo, durante cui sono stati sequestrati circa 20 grammi di marijuana ed alcune dosi di hashish. (ANSA)