Prosegue in Sicilia ricerca bimbo sparito con mamma a Caronia

Proseguono senza sosta in Sicilia le ricerche di Gioele, il bimbo di 4 anni sparito insieme alla madre, Viviana Parisi, una settimana fa a Caronia, in provincia di Messina. Sabato è stato individuato il corpo senza vita della donna, a poca distanza da dove era stata ritrovata la sua auto. I vigili del fuoco, gli uomini della Protezione civile, della Polizia, della Guardia di finanza, e i carabinieri sono impegnati con unità cinofile e droni. Oltre 500 gli ettari di territorio ispezionati, partendo da quel tratto d’autostrada A20 Messina-Palermo dove Viviana Parisi e il figlio sarebbero stati visti l’ultima volta da alcuni automobilisti.

Parallelamente alle ricerche proseguono anche gli interrogatori da parte degli investigatori di Patti che al momento non escludono nessuna ipotesi. Sono stati sentiti familiari, conoscenti, testimoni, compresi gli operai che si occupano di manutenzione autostradale il cui furgone è stato tamponato dall’auto della donna prima della scomparsa. Gli inquirenti non escludono che Viviana Parisi possa avere ucciso il figlio e successivamente si sia suicidata lanciandosi da un traliccio; ma anche che possa essere stata uccisa da qualcuno che le ha sottratto il bambino; o ancora che abbia affidato il piccolo a qualcuno, prima di togliersi la vita; o che possa essere morta scivolando dalla scarpata adiacente l’autostrada, e il bambino a quel punto si sia allontanato da solo. Ipotesi a cui potrebbe dare una risposta l’autopsia sul corpo della donna. (askanews)