Open Arms, Salvini: ”Ho difeso dignità e confini del Paese”

“La cosa curiosa e’ che due per presunti sequestrati sono in carcere, stiamo cercando di capire per quale reato. Quindi io avrei ‘sequestrato’ due galantuomini che sono in carcere, uno a Ragusa e uno ad Agrigento”. Cosi’ il leader della Lega, Matteo Salvini, durante una pausa nel corso dell’udienza all’aula bunker di Palermo per il caso Open Arms. “Stiamo parlando di una nave spagnola, autorizzata ad avere a bordo 19 persone e invece ne aveva 162 in acque libiche e maltesi che disse no allo sbarco a Malta e no a due porti spagnoli e alla proposta spagnola, visto che era una nave spagnola, di mandare in Italia una nave militare per prendere gli immigrati e portarli in Spagna mettendo a rischio la salute di tutti quelli che erano a bordo”, ha aggiunto Salvini. “Due sono in carcere, 44 sono scomparsi, scappati per il resto del mondo e a processo in un tribunale dove ci sono stati i processi di mafia c’e’ un ministro che senza che si sia registrato un morto o un ferito ha difeso la dignita’, i confini, la sicurezza e le leggi del paese”, ha concluso Salvini. (ITALPRESS)