Cattolica Eraclea, aperto primo cantiere con Superbonus 110%: privato ristruttura casa gratis (VIDEO)

Aperto oggi a Cattolica Eraclea il primo cantiere con il Superbonus al 110%. Saranno realizzati i lavori di ristrutturazione di un’abitazione privata in via Agrigento, di proprietà di Leonardo Miceli e Paolina Messina. Il progetto è della ditta “Tutino Gaspare e figli Giuseppe e Luciano” in collaborazione con lo studio associato di architettura Giuffrida – Trapani. La cessione del credito è stata affidata all’agenzia Generali Italia di Agrigento (agenti Davide Sciascia, Vincenzo Pulino, Valerio Sciabica); la pratica è stata seguita dall’operatore di produzione ingegner Giuseppe Colletti, che spiega: “L’intera opera è a costo zero perché le spese sono interamente rientranti nei massimali forniti dall’Agenzia delle Entrate”.

Il Superbonus è un’agevolazione prevista dal Decreto Rilancio che eleva al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 30 giugno 2022, per specifici interventi in ambito di efficienza energetica, di interventi antisismici, di installazione di impianti fotovoltaici o delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici. Come viene spiegato sul sito dell’Agenzia delle Entrate, ulteriori sei mesi di tempo (31 dicembre 2022) per le spese sostenute per lavori condominiali o realizzati sulle parti comuni di edifici composti da due a quattro unità immobiliari distintamente accatastate, posseduti da un unico proprietario o in comproprietà da più persone fisiche se, al 30 giugno 2022, è stato realizzato almeno il 60% dell’intervento complessivo. Le nuove misure si aggiungono alle detrazioni previste per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, compresi quelli per la riduzione del rischio sismico (il cosiddetto Sismabonus) e di riqualificazione energetica degli edifici (Ecobonus). Tra le novità introdotte, è prevista la possibilità, al posto della fruizione diretta della detrazione, di optare per un contributo anticipato sotto forma di sconto praticato dai fornitori dei beni o servizi o, in alternativa, per la cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante. In questo caso si dovrà inviare una comunicazione per esercitare l’opzione.

Ecco quali sono gli interventi agevolabili. Il Superbonus spetta in caso di: interventi di isolamento termico sugli involucri; sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sulle parti comuni; sostituzione di impianti di climatizzazione invernale sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari di edifici plurifamiliari funzionalmente indipendenti; interventi antisismici: la detrazione già prevista dal Sismabonus è elevata al 110% per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021. Rientrano nel Superbonus anche le spese per interventi eseguiti insieme ad almeno uno degli interventi principali di isolamento termico, di sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale o di riduzione del rischio sismico. Si tratta di interventi di efficientamento energetico installazione di impianti solari fotovoltaici, infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici, interventi di eliminazione delle barriere architettoniche.