Avvocati, legale: ”Arnone non cancellato da albo Agrigento con effetto immediato”

“Giuseppe Arnone non e’ stato cancellato dall’albo degli avvocati con effetto immediato. La cancellazione diviene operativa solo se entro 60 giorni non viene impugnata”. Lo ha precisato il suo legale, l’avvocato Daniela Principato, “rettificando” le comunicazioni date “in nome e per conto dell’avvocato Arnone” che, ha aggiunto “non ha ricevuto alcuna comunicazione da parte dell’Ordine provinciale di Agrigento”. “L’avvocato Arnone e’ sottoposto al regime di semiliberta’ dall’aprile 2019, autorizzato dal tribunale di Sorveglianza ad esercitare la professione forense, in tutta Italia, Corte di Cassazione compresa – ha chiarito Principato in una nota – e il tribunale di Sorveglianza non si e’ mai lontanamente sognato di chiedere cancellazioni dall’albo per l’avvocato Arnone.

Tali manovre, in corso dalla fine dell’anno 201 – ha sottolineato Principato – erano state respinte dal precedente Consiglio dell’Ordine, presieduto sino a pochi mesi addietro dell’anno 2020, dall’avvocato Cremona. L’attuale Consiglio, che vede quale presidente e quale vice presidente soggetti in pesantissimo contrasto con l’avvocato Arnone ha ritenuto di fornire una interpretazione ‘estensiva, molto estensiva’ della normativa sulla cancellazione per cancellare l’avvocato Arnone. Per cancellarlo – ha replicato e rettificato l’avvocato Principato con la sua dichiarazione – si e’ ritenuto che la ‘semiliberta” fosse equiparabile alla piena detenzione, e dunque non consentirebbe la professione forense. Per altro, si puo’ essere semiliberi perche’ condannati per reati nani, quali la diffamazione, e si puo’ essere totalmente liberi perche’ condannati per corruzione con il beneficio della condizionale. Gravissimo l’errore posto in essere dall’Ordine degli avvocati”. (ANSA)