Morte di Raffaele Cutolo, Saviano: ”Fu boss potente più di un primo ministro”

“Cutolo fu boss potente, più di un primo ministro”. Così su Twitter lo scrittore Roberto Saviano ha commentato la morte del boss Raffaele Cutolo. “Un potere che lo tenne in carcere tutta la vita; i segreti – che si porta nella tomba – non riuscirono a ricattare il potere politico che l’aveva usato. Uomo violento e disperato partorito da un territorio violento e disperato” conclude lo scrittore. (askanews)