Mafia, know how scommesse online a nipote Messina Denaro

I fratelli Placenti avrebbero fornito il know – how nell’organizzazione dei sistemi di giochi e scommesse clandestine on line anche a Francesco Guttadauro, il nipote del superlatitante Matteo Messina Denaro. Lo hanno detto gli investigatori della Guardia di finanza durante la conferenza stampa a Catania in merito all’operazione ‘Doppio gioco”. Durante le indagini sono stati accertati contratti tra i due fratelli e Guttadauro a seguito dei quali vi sarebbe stata anche una espansione delle attivita’ di giochi e scommesse anche nella Sicilia Occidentale gestita dalla mafia. I Placenti avrebbero fornito a queste organizzazioni quali erano le metodologie per mettere in piedi l’attivita’ economica.

Durante le indagini sfociate nell’operazione sono state raccolte informazioni da parte di collaboratori di giustizia e atti di altre investigazioni svolte da altre Procure. Da alcune intercettazioni raccolte in altri procedimenti penali sono stati monitorati contatti tra Francesco Guttadauro, che in quel momento non aveva avviato una attivita’ imprenditoriale nel mondo delle scommesse e che si sarebbe rivolto ai due fratelli dopo aver saputo che erano in possesso della metodologia per svolgere l’ attivita’ imprenditoriale. L’operazione ‘Doppio gioco’ – hanno sottolineato gli investigatori in conferenza stampa – e’ da considerarsi gemella dell’operazione ‘Revolution bet’, nella quale furono coinvolti i fratelli Placenti e con la quale nel 2018 fu smantellata una rete criminale di stampo mafioso che si interessava delle scommesse online. (ANSA)