Sud, Cateno De Luca lancia il Movimento politico del Meridione

Il sindaco di Messina, Cateno De Luca, lancia il suo Movimento politico del Meridione. Alla base delle motivazioni che spingono De Luca a tentare la strada del meridionalismo, gia’ battuta altre volte in Sicilia, e’ l’orientamento del governo Draghi in merito al ponte sullo Stretto che non sara’ inserito nel Recovery plan. “Se il governo Draghi non inserira’ nel Recovery plan la realizzazione del Ponte lancero’ il movimento politico del meridione per cacciare tutti i ladri di consenso elettorale che siedono nel Parlamento nazionale in rappresentanza del Sud ma agiscono come gli ascari per salvare la propria poltrona e servire i padroni dei partiti”, scrive De Luca in un post Facebook. Secondo il vulcanico sindaco di Messina “nell’ambito di tutte le opere strategiche inserite nel Recovery plan l’Italia deve chiedere una espressa deroga per la realizzazione del ponte sullo stretto di Messina che potra’ essere completato – dice – entro il 2030 piuttosto che 2026 come prevede l’Europa per il Recovery fund”. E infine: “Preferisco non fare piu’ politica piuttosto che essere complice dell’assassinio socio economico della mia amata terra. Ora si parte con il nostro progetto meridionalista”. (Dire)