Covid, un anno fa in Sicilia dati sui positivi sovrastimati

In Sicilia i numeri tendono ad essere un’opinione. Se oggi si scopre che nell’Isola i morti per Covid segnalati all’Iss erano piu’ bassi di quelli reali, il 18 giugno dello scorso anno era accaduto che il dato sulle persone positive risultava gonfiato: 805 anziche’ 153. Nella realta’ la Sicilia era quasi “Covid free”, sulla carta, incece, i contagiati erano il 500% in piu’ rispetto a quelli reali. Cos’era accaduto? L’assessore alla Salute Ruggero Razza, che oggi si e’ dimesso, spiego’ che l’errore era dovuto al processo di allineamento dei dati, curato dall’Osservatorio epidemiologico dell’assessorato: la registrazione in alcuni casi non teneva conto delle guarigioni dei pazienti, che cosi’, dal punto di vista statistico, risultavano ancora positivi. Attaccato dall’opposizione per avere sovrastimato i dati, Razza accuso’ i parlamentari di essere “nemici della contentezza” e poco dopo pubblico’ su Facebook un fotomontaggio, poi rimosso, che raffigurava un gregge di pecore “che vanno in redazione”. Dopo la sollevazione dell’Assostampa, lo stesso assessore spiego’ che l’immagine non si riferiva in alcun modo al lavoro dei cronisti. (ANSA)